Curare il mal d’orecchio nei bambini

Tuo figlio piange tenendo la mano sul padiglione auricolare? Potrebbe avere mal d’orecchio. Capita spesso nei bambini. Se si agisce tempestivamente il medico può fare una diagnosi e risolvere il problema in poco tempo. A titolo conoscitivo, di seguito riportiamo informazioni utili sul mal d’orecchio nei bambini.

Nella maggior parte dei casi un bambino che ha mal di orecchie può avere un’ otite. Esistono tuttavia altre cause che potrebbero determinare l’insorgenza di questo problema: allergie, alcune malattie orofaringee o esantematiche, problemi alla mandibola, barotraumi o anche “semplicemente” disturbi ai denti e alle gengive. A questo proposito è bene fare chiarezza su alcuni termini usati dai medici in questa situazione.

Parentesi terminologica: otalgia e otodinia

A volte con il mal d’orecchio si parla anche di otalgia. Con questa parola si fa infatti riferimento a un sintomo, cioè il dolore all’orecchio causato da problemi che non colpiscono direttamente questa zona ma che si irradiano sino a questo. Capita spesso che problemi mandibolari o cervicali portino il paziente a sentire dolore all’orecchio: questa è l’otalgia. In sostanza si percepisce dolore in una zona non colpita da un problema di salute.

Problemi al cavo orale, alla laringe, alla faringe possono dare infatti questo problema senza coinvolgere direttamente gli apparati auricolari. Se tale sintomo, cioè il mal d’orecchio, è invece davvero legato a un problema come l’otite o a qualche altro disturbo dell’orecchio, si parla di otodinia.

Come detto, nella maggior parte dei casi si tratterà di otite.

Mal d’orecchio bambini tachipirina, Mal d’orecchio rimedi naturali, Mal d’orecchio bimbi, Mal d’orecchio farmaci, Mal d’orecchio cosa fare, Mal d’orecchio mal di testa, Mal d’orecchio gola, Mal d’orecchio sintomi, Mal d’orecchio forte, Mal d’orecchio antibiotico, Mal d’orecchio catarro, Mal d’orecchio neonato, otite, otalgia, studio udire

Otite nel neonato e nel bambino

L’otite è un’infiammazione dell’orecchio esterno e/o medio. Di solito si tratta di un problema causato da patogeni (batteri e virus). Il problema spesso parte da naso e gola e arriva alle mucose dell’orecchio, non a caso l’otite nei bimbi compare più spesso durante la stagione fredda.

L’infiammazione, cioè l’otite, può coinvolgere la parte più esterna del sistema uditivo (il condotto uditivo sostanzialmente) o l’orecchio medio. Si parla in questo caso di otite media catarrale (il mal d’orecchio è legato al catarro presente). Se il bimbo si ammala spesso di otite meglio fare un controllo dall’otorinolaringoiatra affinché controlli l’orecchio e in particolare la Tuba di Eustachio (il canale che collega l’orecchio al naso). Nei bambini infatti, i frequenti raffreddori uniti alla poca cura nel soffiarsi il naso portano all’accumulo di catarro. Tra le altre cose la Tuba di Eustachio nei bambini si presenta più corta e meno inclinata dell’adulto: in poche parole è più facile accumulare muco.

 

Mal d’orecchio bambini tachipirina, Mal d’orecchio rimedi naturali, Mal d’orecchio bimbi, Mal d’orecchio farmaci, Mal d’orecchio cosa fare, Mal d’orecchio mal di testa, Mal d’orecchio gola, Mal d’orecchio sintomi, Mal d’orecchio forte, Mal d’orecchio antibiotico, Mal d’orecchio catarro, Mal d’orecchio neonato, otite, otalgia, studio udire

Mal d’orecchio da otite: i sintomi

  • Pianto continuo e inconsolabile, nella maggior parte dei casi di notte;
  • Mal d’orecchio forte;
  • irrequietezza;
  • raffreddamento e relativi sintomi connessi (mal di gola, dolore a deglutire);
  • febbre anche alta;
  • secrezioni dall’orecchio (addirittura a volte miste sangue);
  • il mal d’orecchio dà anche mal di testa in alcuni casi.

Mal d’orecchio: che cosa fare e cosa non fare

Cari genitori, la prima cosa da fare è sicuramente restare calmi: i bambini già si sentono poco bene e un clima di tensione non fa che peggiorare la situazione. Coccolateli e cercate di trasmettere loro tranquillità per farli sentire al sicuro, anche se mi rendo conto che non è sempre facile.

Se possibile rivolgetevi subito ad un medico cosicché possa fare una diagnosi accurata, prescrivendo la migliore terapia. A volte per il mal d’orecchio bastano dei farmaci di uso comune altre volte si prescrive un antibiotico.

Spesso si consigliano rimedi naturali ma in questo caso specifico meglio evitare. Appena è possibile conviene andare in tutti i casi dal pediatra, anche se sembra essersi ridotto il dolore: meglio essere sempre prudenti.

Mal d’orecchio bambini tachipirina, Mal d’orecchio rimedi naturali, Mal d’orecchio bimbi, Mal d’orecchio farmaci, Mal d’orecchio cosa fare, Mal d’orecchio mal di testa, Mal d’orecchio gola, Mal d’orecchio sintomi, Mal d’orecchio forte, Mal d’orecchio antibiotico, Mal d’orecchio catarro, Mal d’orecchio neonato, otite, otalgia, studio udire

Mal d’orecchio: rimedi naturali

Come anticipato con i problemi di salute dei bambini (soprattutto loro) non si scherza, quindi il mio consiglio è sempre quello di rivolgersi a un pediatra o a un otorinolaringoiatra. I rimedi naturali per il mal d’orecchio, come già detto, non sono un’ alternativa alla terapia medica: il mal d’orecchio infatti può anche essere sintomo di un problema più grave.

A differenza di quello che potete trovare online o di quello che si possa dire, io sconsiglio di instillare cose nell’orecchio senza il permesso del medico, indipendentemente siano esse naturali o farmaci. Questo perché senza una diagnosi non si può sapere se il timpano è lesionato e se lo fosse, instillare gocce nell’orecchio potrebbe creare davvero danni anche molto gravi. Quindi niente gocce di alcun genere senza il consiglio del medico.

Dott. Ronni Bottazzi